Generazione in Moto


Vai ai contenuti

Parliamo di ...Ducati indiana


Correva l'anno 1985 e la Ducati al Salone della Moto di Milano presentò due nuovi modelli.....CUSTOM!!!
Sì,avete sentito bene,la casa plurititolata per le sue moto sportive,aveva costruito moto dalle "lunghe forcelle"
Grande fu lo stupore da parte del pubblico,le moto si presentavano motorizzate dai validissimi 350 e 650 bicilindrici desmodromici.
Linea americaneggiante,ma con un forte tocco di essenziale italianità caratterizzava queste particolari motociclette.
Ciclistica snella,con telaio di derivazione enduristica(Cagiva Elefant),generosa gommatura da 15" al posteriore,impianto frenante Brembo
I motori,al top nella categoria per potenza massima,regalavano la generosa erogazione dei motori Ducati desmodromici
La taratura rigida delle sospensioni consentiva al pilota di togliersi sui tratti misti non poche soddisfazioni di guida
Nonostante il successivo arrivo della più performante 750,i dati di vendita rimasero esigui,al punto di cessare la produzione nel 1990
L'insuccesso commerciale fu dovuto al largo anticipo del boom di vendita di moto Custom degli anni 90,lo scarso appeal di alcuni
componenti poco consoni a moto del genere(parti della strumentazione),una scarsa affidabilità di parte dell'impianto elettrico...
Oggi le Indiana iniziano ad essere molto ricercate ed apprezzate,il progetto ancora attuale e la linea "vintage" le fanno diventare
oggetto di culto per molti estimatori di queste affascinanti ed incomprese motociclette italiane


Torna ai contenuti | Torna al menu